Quindi l’uomo è un angelo, o un demone? Scienza e Tabù

effetto serra

L’effetto serra, dovuto principalmente alla CO2, sicuramente è il più discusso, soprattutto perché non si può e non si vuole sostituire l’utilizzo dell’energia per usi quotidiani, cittadini, trasporti, eccetera, con un’energia pulita. La COcausa l’effetto serra e il surriscaldamento globale, i cui effetti sono moltissimi: dall’acidificazione delle piogge alla perdita di biodiversità. La minaccia peggiore, tuttavia, più volte segnalata anche dalla nostra tv – ma troppo tardi – è il pericolo dello scioglimento dei ghiacci polari (già ridotti in misura allarmante) e del conseguente innalzamento del livello del mare, che porterà alla sommersione di molte terre oggi abitate. Senza contare la prospettiva di una riduzione drastica delle riserve idriche e l’aumento delle aree desertiche del pianeta. Le culture si sono già ridotte, molti popoli non riescono più a vivere nella loro terra. Si prospettano esodi d’intere popolazioni verso luoghi più fertili.

E l’inquinamento dell’agricoltura? I composti chimici sono idrosolubili, penetrano in profondità nel terreno, contaminano le falde sotterranee e poi… arrivano nelle nostre case! Finiscono nei fiumi, nei laghi e nel mare ipernutrendo la terra: sono stati studiati per poterla sfruttare oltre tutti i limiti e finiscono, quindi, per alimentare le alghe che assorbono tutto l’ossigeno a disposizione, soffocando le specie marine.

L’Italia, come spesso accade, è in testa ai paesi che abusano di pesticidi, 3 Kg per abitante! Non ci siamo ancora accorti che la frutta migliore è quella che cresce in modo naturale. La vogliamo bella, lucida, senza neppure una macchiolina… così ci ingoiamo veleni, anticrittogamici, paraffina: siamo abituati ad apprezzare l’apparenza anziché la sostanza. Non mi stancherò mai di fustigare l’imbecillità con cui ci lasciamo attrarre dall’aspetto esteriore delle cose perdendo la facoltà di ragionare con la nostra testa e con il buon senso. Come le stupide mosche che, affascinate dall’attraente Dionaea muscipula, finiscono nella trappola di questa pianta carnivora che se le divora ineluttabilmente.

haarp

Ultime, ma non per importanza, voglio ricordare, tra le “bravate” con cui ci divertiamo a martoriare il nostro habitat, le onde elettromagnetiche. Il raccapricciante progetto HAARP, acronimo di High Frequency Active Auroral Research Program, è un gigantesco impianto in Alaska il cui scopo ufficiale è lo studio della ionosfera, ma in realtà è una potente arma per manipolazioni climatiche e tettoniche. Onde invisibili possono essere lanciate in qualsiasi luogo della Terra per provocare siccità o tifoni, terremoti artificiali, boicottare comunicazioni, turbare i cervelli umani o di altri animali… esperimenti che sono stati contestati invano da molti Governi. Abbiamo visto banchi di balene disorientate da queste emissioni perdersi e morire piaggiando su rive da cui non erano capaci di tornare indietro. Ci siamo stupiti alla notizia che piovessero uccelli morti dal cielo: suicidio di massa, ci dicevano. Stragi programmate, invece.

Ma, quindi, l’uomo è un angelo o un demone? Non sarà che, durante la creazione, il diavolo ci ha messo lo zampino e ci ha trasformati a sua immagine e somiglianza?  È possibile che nessun capo di Stato provi disagio nel provocare tanti danni alla Natura che ci ha dato a profusione acqua pulita, frutta, cibo? E la Scienza, non dovrebbe essere selezionata su quello che è opportuno produrre o, invece, cassare perché contrario al benessere dell’umanità tutta? Purtroppo, siamo colpevoli anche noi di quanto succede, ci lasciamo incantare dai ciarlatani: perché? Si tratta di superficialità o di stupidità? Oppure è vero che in queste acque torbide molti hanno trovato il modo di fare i loro piccoli intrallazzi e gli sta bene così? Questo è il vero mistero dell’universo da risolvere: come il cervello dell’uomo possa essere geniale o idiota, come si facciano proclami senza essere capaci di detronizzare i regnanti troppo ambiziosi che, per acquisire potere, sono disposti a distruggere il mondo in cui essi stessi vivono. Sarà questo il Big Crunch, l’avvio al collasso dell’universo?

Foto 1 Loredana Reppucci

Loredana Reppucci

Scrittrice e Ideatrice del Concorso Letterario Internazionale al femminile “Il Carro delle Muse” – Clicca qui per saperne di più sul Carro delle Muse – Clicca qui per leggere Scienza e Tabù nel suo insieme

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ITALIA POST

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>