È MORTO GIORGIO ALBERTAZZI. Lutto nel mondo del teatro: lo storico attore e regista aveva 92 anni. Renzi: “Classico e controcorrente”, Mattarella: “Un maestro per generazioni”. A Pescaia di Grosseto l’ultimo saluto all’artista

Lutto nel mondo del teatro: è morto Giorgio Albertazzi, aveva 92 anni

Lutto nel mondo del teatro: è morto Giorgio Albertazzi, aveva 92 anni

Lutto nel mondo del teatro: è morto Giorgio Albertazzi, storico attore e regista con una carriera lunga decenni.

Albertazzi si trovava in Toscana, nella tenuta di famiglia in Maremma. “Era sofferente e il suo cuore ha smesso di battere alle 9” di sabato 28 Maggio. Lo rende noto la stessa famiglia annunciando la scomparsa del “più grande attore italiano”.

Vicina fino all’ultimo istante “con amore la moglie Pia Tolomei di Lippa, sposata davanti a a Valter Veltroni nel 2007 nella chiesetta sconsacrata di Caracalla quando lui aveva 84 anni e lei 48”.

Giorgio Albertazzi, ricorda ancora la famiglia, “era nato a Fiesole, cresciuto a Ponte a Mensola, nella villa I Tatti residenza dello storico dell’arte Bernard Berenson. È stato regista, sceneggiatore, traduttore e riduttore di romanzi per la televisione e autore teatrale”.

Il debutto fu con Luchino Visconti, la sua ultima apparizione in teatro ne “Il mercante di Venezia”.

A Pescaia di Grosseto “non ci sarà un funerale ma un saluto agli amici, perché il maestro desiderava così”, ha affermato la famiglia di Albertazzi.

Lorenzo Fonda, il medico di Albertazzi, ma anche scenografo e pittore con il quale l’attore ha spesso collaborato, ha raccontato così gli ultimi momenti. “Prima parlava tra sé e sé, come se stesse provando un copione. Poi ha sorriso e se ne è andato, senza dolore, come se avesse finito una recita, ringraziando il suo pubblico”.

Renzi grande italiano, classico e controcorrente. “È mancato un grande italiano, che ha fatto la storia del teatro e parzialmente del cinema, Giorgio Albertazzi. Vorrei che arrivasse un messaggio di affetto a questo artista che è stato contemporaneamente classico e controcorrente”.

Il ricordo di Mattarella, un maestro per generazioni di attori. “Con Giorgio Albertazzi scompare uno dei massimi interpreti del teatro e del cinema italiano contemporaneo. Attore versatile e innovativo, ha saputo unire nella sua lunga carriera tradizione e modernità. Le sue interpretazioni dei grandi classici restano una pietra miliare nella storia dello spettacolo. Albertazzi, che ha dedicato al teatro l’intera esistenza, è stato punto di riferimento e maestro per generazioni di attori e registi”.

Italia Post

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ITALIA POST

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>